La comunità canicattinese sotto choc per l’omicidio di Laura Petrolito

Sicilia sotto choc per l’efferato femminidio. Una giovane mamma di 20 anni uccisa e lanciata in un pozzo artesiano. “E’ una notizia che non vorresti mai sentire, una notizia drammatica che ha scosso tutta la comunità canicattinese. Una donna, una giovane mamma, non può morire in questo modo violento”.

A dichiararlo alla stampa locale è il sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli in relazione all’omicidio di Laura Petrolito. La ventenne è stata accoltellata e buttata in un pozzo. “Tutta la città ferita si stringe attorno al figlioletto di Laura, l’altra vittima di questa assurda tragedia, e ai familiari”.

“Auspichiamo che le forze dell’ordine e gli inquirenti facciano piena luce e soprattutto rendano giustizia per la morte di una giovanissima mamma”. “La città di Canicattini Bagni, laboriosa e tranquilla – conclude il sindaco – a distanza di quattro anni dall’uccisione di Maria Ton da parte del marito, purtroppo, torna a piangere un’altra sua figlia”.

Lascia un commento