Negoziare a livello istituzionale con il trading attivo

Quando molti investitori principianti pensano al mercato azionario, optano per il rapido acquisto e vendita di azioni, in modo da ottenere dei profitti immediati. Il trading (il trasferimento di attività, come le azioni, per realizzare un profitto sulla vendita) è un modo di affrontare gli investimenti, ma tuttavia non è l’unico. I commercianti istituzionali generalmente cercano di beneficiare dei cambiamenti a breve termine nel mercato, acquistando e vendendo frequentemente azioni basate su tendenze. Questa tipologia di trading è definita in gergo attiva, e a tale proposito, vediamo come negoziare a livello istituzionale.

Gli obiettivi del trading istituzionale

Per essere classificati come dei trader attivi nell’ambito del trading istituzionale occorre innanzitutto essere in grado di soddisfare almeno tre requisiti: in primis la cosiddetta finestra temporale, che come si evince dal nome serve per contrattazioni molto brevi, e di solito entro lo stesso giorno. Il secondo requisito invece riguarda l’obiettivo. I trader attivi cercano in questo caso di trarre un maggior profitto dalle frequenti fluttuazioni a carattere giornaliero del prezzo di una determinata azione. Per prevederle gli esperti si basano principalmente sull’analisi tecnica piuttosto che su quella fondamentale. Il terzo e non meno importante requisito ideale per fare del buon trading attivo, riguarda il volume e interessa i soggetti che effettuano più operazioni di trading contemporaneamente e nella stessa giornata. Prima di scegliere le azioni è ovvio che bisogna avere denaro a sufficienza che consenta di investire e nel contempo non limiti le intenzioni di soddisfare altri interessi finanziari, anche se va chiarito che il rischio di perdere molto e (raramente) tutto, c’è e quindi non va assolutamente sottovalutato. Detto ciò va aggiunto che più rischioso è l’investimento, e maggiori sono le perdite o i potenziali benefici che si possono ottenere.

Il trading attivo è molto difficile da fare specie se non si è molto esperti, e ciò vale sia in caso di acquisto che di vendita di un bene o di un’azione. Anche i professionisti con anni di esperienza hanno tuttavia difficoltà a fare soldi in questo modo, e ciò evidenzia ancor di più il coefficiente di difficoltà appena citato. Un’arte, non una scienza è in questo caso ideale per cercare di massimizzare i profitti a seguito dell’investimento di danaro. Infatti, si può provare l’eccitazione di raccogliere titoli e seguire i loro progressi senza i drammatici alti e bassi del costante trading attivo. La cosa più importante da ricordare è che non esiste una formula magica per fare soldi nel mercato azionario. Anche gli investitori più esperti scelgono i loro investimenti azionari utilizzando teorie o strategie, con diversi livelli di successo, a seconda di un’ampia gamma di fattori.

Come fare del buon trading attivo

Se un trader intende ottenere il massimo dal suo trading online e dall’esperienza di monitoraggio del portfolio, non può esimersi dallo scegliere una piattaforma desktop personalizzabile disponibile sia per PC che per Mac. In questo caso, vale la pena prendere in considerazione il broker STOFS che è uno dei più affidabili del settore e propone diverse piattaforme di trading ognuna si misura per le varie esigenze di chi si affilia. Infatti, oltre alla MetaTrader 4 una delle più popolari, dispone anche delle piattaforme di trading online Pro MT5 e della cTrader. A questo punto la domanda nasce spontanea: Perché conviene utilizzare il trading attivo di STOFS? La risposta è semplice e concisa; infatti, la piattaforma Pro che il suddetto broker offre è completamente personalizzabile con account di streaming in tempo reale, ordini e aggiornamenti dei dati di mercato, oltre che dotata di strumenti esclusivi come Analytics in tempo reale, che utilizzano le tendenze storiche per aiutare il trader a prendere delle decisioni di trading più informati, e nel contempo gli consentono di adottare svariate tipologie di strategie che alla fine aiutano a pianificare al meglio l’uscita del denaro per gli investimenti sul mercato finanziario online e quindi con maggiori possibilità di trarne profitti, limitando al minimo il suddetto rischio di perdite.

Lascia un commento