Massimo D’Alema: “Il M5s non ha visione del futuro dell’Italia”

Massimo D’Alema precisa di avere “una pregiudiziale antifascista verso chi mette a rischio la democrazia”. Tuttavia non ha nessuna pregiudiziale nei confronti dei grillini ma è convinto che “i Cinque Stelle non sanno governare, non che mettano a rischio la democrazia”. L’esponente di Leu ha sottolineato come “Il M5s non ha visione del futuro dell’Italia, non ha un progetto, non ha una classe dirigente, mescola temi di destra e sinistra: non mi sembra una prospettiva per il nostro Paese”.

Su una possibile alleanza tra Leu e M5s, il politico pugliese ha chiarito come “noi vogliamo fare alcune cose: per esempio un nuovo Statuto dei diritti dei lavoratori, in base al quale dopo un ragionevole periodo di prova non sia più possibile il lavoro precario, e che ci sia un contratto a tempo determinato. Se qualcuno vuole farlo con noi, noi lo facciamo insieme volentieri. Vogliamo un Piano di investimento straordinario per il Sud, un Piano per l’edilizia scolastica. Parliamo di questo, altrimenti la gente non si interessa alle alchimie”.

“Sinceramente non credo che la destra abbia la maggioranza” aggiunge D’Alema. Sul candidato premier poi ritiene che non sarebbe Berlusconi. “Sento il nome di Tajani”.

Lascia un commento