Il Catania vince, ma non convince

Fuori del “Massimino“, Catania in festa in onore della sua Patrona. Una candelora, magari in forma scaramantica, fa una “annacata” in più, allontanando ogni negatività, per i rossazzurri. E così fu.

Si è completata la giornata 23 del girone C della Serie C, il Catania ha vinto in casa, ma non convince. Una lunga assenza di quasi un mese, tra pausa campionato e partite fuori dalla propria città. L’ultima partita del Catania fu dolorosa, incontro perso contro la Casertana.

Il Catania con il minimo sforzo (ma proprio minimo) si aggiudica il mach notturno casalingo, di fronte ad un’ottima Virtus Francavilla, militante attualmente nella zona playoff, ben disposta in campo.

Il gol decisivo arriva a freddo, al 2° minuto: Lodi pennella una delle sue punizioni al centro per il colpo di testa di Tedeschi che vale il vantaggio. La Virtus gioca meglio nel complesso, ma la porta di Pisseri resta stregata fino al triplice fischio.  Per gli Etnei un piccolo riscatto per non perdere la scia della capolista Lecce.

Molto nervosismo in campo. Sugli spalti poca gente. Un plauso, invece, alle curve gremite, che hanno incitato a gran voce, per tutti i 90 minuti, i giocatori. Fine partita, giro del campo consueto e applausi per tutti…ma c’è ancora molto da lavorare.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani