Juve. Buffon scommette tutto sulla finale di Kiev

152

buffon

La Juventus punta tutto sull’Europa. E’ il trofeo che manca da troppo tempo ai bianconeri. A desiderarlo è soprattutto Gigi Buffon. I bianconeri chiaramente sono impegnati a vincere l’ennesimo scudetto e ad alzare anche la Coppa Italia, ma l’ambizione Champions è la più forte, soprattutto tra i tifosi. Per misurare quanto sia forte l’interesse intorno alla competizione europea basta ad esempio consultare Betrally, il miglior bookmakers online a livello mondiale. Betrally consente di scommettere sugli eventi sportivi più importanti, soprattutto sul calcio. Dal numero piuttosto elevato di scommesse sportive si nota come sia tantissimo l’interesse verso la Vecchia Signora che, seppure non sia la favorita in Europa, viene data tra le pretendenti al titolo continentale.

Buffon a caccia di record

Come dicevamo è proporio il portiere della Juventus il maggiore interessato ad alzare la Coppa dalle grandi orecchie. Buffon non è in campo dal primo dicembre ma conta di essere tra i pali piemontesi già lunedì 22 gennaio alle 20:45 contro il Genoa. C’è anche una ragione statistica. Il calciatore bianconero punta al record di presenze in serie A detenuto da Paolo Maldini a quota 647. Gigi Buffon segue a meno 18 lunghezze di distanza. Ha collezionato ad oggi 629 presenze nella massima Serie. Al termine di questo campionato mancano proprio 18 match. Per il calciatore sarebbe bello chiudere la carriere affiancando l’ex milanista.

In realtà Buffon punta a superare questo obiettivo. In caso di una vittoria a Kiev il capitano della Juventus potrebbe dare un seguito alla propria carriera. Almeno questa la sua intenzione: vincere la Coppa e andare avanti almeno per un altro anno. La finale 2018 si giocherà allo stadio NSK Olimpiyskyi di Kiev. L’incontro è in programma sabato 26 maggio alle 20:45. Buffon vorrà esserci con la sua Juventus e scrivere la storia. C’è da scommettere che il calciatore farà di tutto per centrare l’obiettivo e regalare a se stesso, ai compagni e soprattutto ai tifosi un’emozione che a Torino e all’Italia manca da troppo tempo. Dopo la delusione della mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali di Russia, un successo in ambito continentale potrebbe fare bene a tutto il movimento calcistico italiano.

Allo stadio NSK Olimpiyskyi i bianconeri vorranno esserci e questa volta vincere. Per arrivare in Ucraina bisognerà prima superare gli ottavi di finale tra febbraio e marzo, in gara di andata e ritorno, poi i quarti di finale (sempre in due sfide) ad aprile, le semifinali tra fine aprile e inizio maggio (due gare) e poi la sfida in gara unica a Kiev. C’è da incrociare le dita e la Juve deve essere al massimo della forma per superare queste tappe e tagliare un traguardo che può regalare emozioni e gioie a tutti gli italiani.