Andrea Benatti è un uomo devastato dal dolore: il mondo del rugby è con lui

Suzzara e Viadana sono accomunate in queste ore da un dolore indescrivibile per la tragedia che ha colpito la famiglia Benatti. Antonella Barbieri, ex modella e commessa, ha ucciso i due figli poi ha tentato il suicidio. La bionda ragazza di Carpi aveva lavorato come modella di moda. A Viadana aveva iniziato a lavorare in un negozio di cellulari e poi si era specializzata nella ricostruzione unghie. Nella cittadina aveva conosciuto il campione di rugby Andrea Benatti. L’affascinante rugbista del Viadana era stato anche in Nazionale come terza linea. Nel 2011 era stato costretto al ritiro per problemi ad una retina. La coppia si è sposata e 5 anni addietro ha avuto Lorenzo, poi aveva lasciato Viadana per Suzzara. L’ex giocatore era andato a lavorare nell’officina meccanica di famiglia a Motteggiana. Così la coppia si è trasferita in una villetta in stradello Opi, più vicina alla Fratelli Benatti. Qui si è consumata la tragedia.

Fabrizio Nolli, ex capitano dei gialloneri, ai media locali racconta il dolore degli ex compagni di Benatti. “Fra di noi c’è un gap di età. Ma conosco bene la famiglia di Andrea. Lei me la ricordavo perché li vedevo assieme, ma non la conoscevo. So che si era trasferita da sola da Carpi e lavorava qui a Viadana”. “Una tragedia immane, che mi ha colpito profondamente – dichiara  Silvano Melegari, ex presidente del Viadana Rugby –. Lui è sempre stato un ragazzo serio e professionale. Mi ricordo che si era fidanzato con questa ragazza, che lavorava in un negozio di telefonia. Sapevo che aveva avuto un figlio, poi avevamo perso i rapporti. Non posso che esprimere un profondo cordoglio a lui e alla sua famiglia”.

Andrea Benatti ha vinto lo scudetto con Viadana nel 2002 e ha conquistato 5 caps in azzurro tra il 2001 e il 2005. Con il club mantovano Benatti si è laureato una volta campione d’Italia e ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa. Convocato per la prima volta in Nazionale da Brad Johnstone, vestì la maglia azzurra nel corso del tour di fine anno 2001, esordendo contro Fiji e poi disputando altri due test match contro Samoa e Sudafrica. Disputò un altro incontro nel corso del Sei Nazioni 2002 contro il Galles; il suo 5° incontro in Nazionale fu sotto la gestione Kirwan, nel corso della Coppa del Mondo di rugby 2003 in Australia, contro la Nuova Zelanda.

Nel 2010, con la nascita degli Aironi, Benatti fece parte di tale nuova squadra, ma fu costretto ad annunciare il suo ritiro dalle competizioni nel settembre 2011, per via di un problema alla retina. Lavorava nell’officina di famiglia e viveva solo per la sua famiglia. Amava sua moglie e adorava i suoi figli. I piccoli angeli sono volati in cielo, sua moglie è in ospedale in stato di arresto per duplice infanticidio. Il mondo del rugby si stringe intorno al campione lombardo.

Andrea Benatti

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin