Milano. I vantaggi del nuovo assetto organizzativo dello Sportello Unico per l’Edilizia

Il Comune di Milano semplifica le proprie procedure e ottimizza il rapporto con i cittadini. Riduzione delle code, semplificazione e razionalizzazione delle procedure, attribuzione certa e riduzione dei tempi per la trattazione delle istanze. Sono i vantaggi del nuovo assetto organizzativo dello Sportello Unico per l’Edilizia. La prima implementazione del servizio attiene l’estensione dell’orario di ricevimento per le informazioni libere, che passa da 5 ore nella giornata di mercoledì a 6 ore settimanali suddivise in tre pomeriggi (lunedì, martedì e mercoledì dalle 14 alle 16). Una soluzione che ridurrà i tempi di attesa e le code che spesso si creano nella giornata di mercoledì.

La nuova struttura prevede la creazione di tre unità territoriali guidate da un dirigente sub apicale, ognuna corrispondente a tre municipi della città. Per ciascuna unità sono dedicate due mattine della settimana durante le quali, dal 20 novembre in poi, i professionisti potranno presentare istanze, titoli edilizi, integrazioni e qualsiasi comunicazione relativa a pratiche edilizie in base al Municipio in cui ricade l’intervento. Unità A: Municipi 1, 2, 3 – Lunedì e giovedì dalle 9 alle 12. Unità B: Municipi 4, 5, 6 – Martedì e giovedì dalle 9 alle 12. Unità C: Municipi 7, 8, 9 – Mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Il professionista che si recherà allo Sportello Unico sarà ricevuto dai funzionari della sezione che si occuperanno della pratica durante tutto il suo percorso, riducendo i tempi della trattazione delle istanze.

“Stiamo procedendo verso la semplificazione delle procedure per offrire un miglior servizio ed efficientare la macchina organizzativa del Comune – rimarca l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran -. La riorganizzazione del servizio è stata pensata per rispondere alle esigenze di tanti professionisti che potranno così avere un’assistenza più puntuale e rapida”.

costruzione edifici

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin