Nube sprigionata da un’azienda chimica di Prato

Una delle ipotesi è che la nube su Prato si sia sprigionata da alcuni contenitori di sostanze chimiche che si trovano nello stabilimento, nel quale si producono detergenti e sostanze per le tintorie.

Alcune delle persone che abitano nella zona avrebbero accusato bruciore e difficoltà respiratorie. Il Comune ha raccomandato di tenere chiuse le finestre.

L’allarme è rientrato dopo qualche ora (leggi qui).

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento