Mestre. Stefano Perale uccide Anastasia Shakurova e Biagio Junior Buonomo

Stefano Perale ha ucciso l’ex fidanzata e il suo nuovo compagno. Si tratterebbe di omicidio preterintenzionale. L’uomo ha invitato a cena la coppia nella sua abitazione alla periferia di Chirignago di Mestre. Poi li ha uccisi. Un omicidio a sfondo passionale. Le vittime sono Anastasia Shakurova e Biagio Junior Buonomo.

La confessione di Perale

L’uomo nella notte ha chiamato le forze dell’ordine affermando: “Venite, ho ucciso due persone”. Gli agenti hanno trovato una vistosa macchia di sangue all’ingresso del condominio.

Perale ha fatto bere alla coppia una sostanza narcotizzante, miscelata alle bibite servite a tavola, e poi li ha finiti. Si è accanito prima sulla sua ex soffocandola in camera da letto con un fazzoletto premuto a lungo sul volto. Poi ha colpito a sprangate in cucina e finito il “rivale”, nell’androne del palazzo, raggiunto in un disperato tentativo di fuga. Davanti casa c’era la macchina nera con cui erano arrivate le vittime.

Omicidio a Mestre- Il balcone di via Abruzzo

Perale si è avvalso della facoltà di non rispondere

L’avvocato Matteo Lazzaro, difensore di Perale, ha raccontato che nel primo interrogatorio il suo assistito si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il collegio difensivo ha già provveduto alla nomina di un proprio perito medico legale e sta valutando l’ipotesi di chiedere una perizia ad un secondo consulente.

La ragazza russa e l’ingegnere campano stavano per diventare genitori (approfondisci qui).

Leggi qui le storie dei protagonisti del duplice omicidio.

Stefano Perale Biagio Buonomo Anastasia Shakurova

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin