Elisa festeggia vent’anni con la musica all’Arena di Verona e lascia Caterina Caselli

Milano. “Un tuffo verticale è un lusso che mi concederò”.

È la sintesi di Elisa sui festeggiamenti per i vent’anni di carriera musicale concentrati su tre esclusivi concerti all’Arena di Verona.

“Sono tre concerti molto speciali e diversi fra loro – ha anticipato – Tutti e tre vanno in fondo alla musica attraverso arrangiamenti di generi molto diversi fra loro, dal pop-rock con energia e momenti intensi di spettacolo senza troppi per il contatto col pubblico, alla serata acustica che spazierà fra atmosfere molto intime e tanti musicisti: ci saranno strumenti acustici e anche etnici con contaminazioni e sto ancora pensando a quali voci saranno presenti, forse anche voci bianche, amici che verranno a trovarmi. Poi c’è la serata orchestrale, più inedita, che rappresenta un sogno per me di cantare con una grande orchestra di oltre 40 elementi: vorrei rendere omaggio anche a delle canzoni importanti come ‘Caruso’ di Lucio Dalla e ‘Fly to the moon’ di Frank Sinatra, questa legata a quando avevo 16 anni e facevo piano-bar e mi cimentavo con il soul: sarà occasione per tornare a quelle origini con il mondo Motown, di Otis Redding che è un dei miei cantanti preferiti ma canterò anche ‘Almeno tu nell’universo’ e altri miei successi”.

Elisa si esibirà all’Arena di Verona il 12, 13 e 15 settembre per tre imperdibili concerti durante i quali celebrerà la sua straordinaria carriera con una grande festa della musica, tre serate uniche in cui l’artista metterà in scena tutta la sua versatilità musicale e quella dei suoi più grandi successi.

“Amici mi verranno a trovare tutte e tre le sere e la loro presenza sarà legata alle canzoni che canteremo insieme con una scelta totalmente artistica – ha rivelato – Ci saranno delle sorprese, dei personaggi che non vi aspettereste in una serata pop rock e magari arriveranno nell’orchestrale e viceversa, oppure nell’acustica, proprio per il piacere di fare un tuffo nella musica”.

Ai tre spettacoli si potrà accedere con un abbonamento speciale e per i fan sono previste condizioni agevolate per la prenotazione e le tariffe degli hotel di Verona.

Anche Trenitalia ha previsto delle offerte speciali e per agevolare afflusso e deflusso è stato stipulato un accordo con Eventi In Bus con un servizio autobus da tutta Italia con partenza da circa 100 città.

Elisa ha lasciato Caterina Caselli e la sua etichetta discografica Sugar che l’ha scoperta e ha creduto in lei fu vent’anni fa.

“È stata une decisione sicuramente molto sofferta e molto ponderata a cui ho pensato per anni – ha ammesso – Non nascondo che è stato molto difficile prendere questa decisione. Ero minorenne quando ho iniziato e fu mia madre a firmare il mio primo contratto. Ho sentimenti molto profondi per Caterina e un vero senso di gratitudine per avermi aiutato a realizzare quello che era ed è il mio più grande sogno. Ho scelto di seguire l’istinto, di scoprire altri partner e ho trovato in Universal quello che il mio istinto stava cercando”.

L’altra novità riguarda appunto il cambio di scuderia discografica per il contratto firmato dall’artista con  Universal Music Italia.

Elisa si è poi lasciata andare ai ricordi legati all’esordio.

“Tutto è iniziato dal quel luglio 1997 – ha sostenuto – Ho avuto la fortuna di aprire due concerti di Zucchero a Trieste e a Palermo davanti a 20 mila persone e per me fu una cosa surreale perché non era ancora uscito il mio primo album, un inizio inaspettato ed enorme, ed è partito un viaggio molto lungo e sono molto orgogliosa”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Elisa festeggia vent’anni con la musica all’Arena di Verona e lascia Caterina Caselli Elisa festeggia vent’anni con la musica all’Arena di Verona e lascia Caterina Caselli ultima modifica: 2017-02-02T18:02:46+00:00 da Franco Gigante
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento