Mps accetta il salvataggio dello Stato

Gli eventi sono precipitati. Ieri sera il fallimento della ricapitalizzazione. Poi l’intervento straordinario del Governo Gentiloni e nella notte l’adesione di Banca Monte dei Paschi di Siena al “salvataggio” da parte dello Stato.

Istanza di sostegno finanziario straordinario e temporaneo

E’ stata deliberata nella notte la richiesta che consente alla Banca senese di accedere alla misura della ricapitalizzazione precauzionale ai sensi della direttiva comunitaria sul salvataggio bancario (Brrd).

Mps accederà alle misure di ricapitalizzazione straordinaria e a misure di sostegno di liquidità, che daranno la possibilità all’istituto di mettere la Banca “in piena sicurezza consentendole di operare nell’interesse dei propri clienti, depositanti e dipendenti” si legge in una nota.

Schema di compensazione

Mps scambierà le azioni con obbligazioni ordinarie di valore pari a quello delle subordinate. Il Tesoro comprerà le azioni oggetto dello scambio. Il riacquisto delle azioni frutto della conversione dalle obbligazioni subordinate, è la spiegazione dell’esecutivo “ha lo scopo di prevenire liti giudiziarie connesse alla commercializzazione delle obbligazioni stesse” da parte degli oltre 40 mila risparmiatori. Gli investitori istituzionali avranno una conversione che gli riconoscerà il 75% del valore nominale.

Lascia un commento