Nubifragio a Catania, Confesercenti invoca lo stato di calamità e la detassazione

“Crocetta chieda con urgenza lo stato di calamità mentre a livello locale si deliberi la detassazione dei tributi. Il mondo produttivo non può più pagare per le colpe della cattiva amministrazione”.

Il direttore di Confesercenti provinciale, Salvo Politino, difende la categoria dei commercianti etnei duramente colpiti dal nubifragio che ha provocato anche oggi danni ingentissimi in atto ancora inquantificabili in tutta la provincia.

Scene incredibili quelle a cui abbiamo assistito impotenti questa mattina. Strade completamente allegate e dissestate, crolli, frane e pericoli ovunque. Le piogge abbondanti sono solo in parte le responsabili di quanto accaduto. Catania ha dimostrato di non riuscire a sopportare fenomeni atmosferici di questo tipo. Domani si assisterà all’ennesima conta dei danni e a interventi riparatori. Ciò che serve, invece, è una profonda riqualificazione, interventi risolutori e duraturi tali che le strade cittadine del centro storico, come delle periferie, non si trasformino più in trappole per gli abitanti”.

Nubifragio Catania

9 su 10 da parte di 34 recensori Nubifragio a Catania, Confesercenti invoca lo stato di calamità e la detassazione Nubifragio a Catania, Confesercenti invoca lo stato di calamità e la detassazione ultima modifica: 2015-10-21T17:18:53+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento