Pedaso, investe e e uccide il barista Alessandro Veccia, l’uomo era ubriaco al volante

Deve rispondere di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza il quarantenne alla guida della Golf che ha travolto Alessandro Veccia, il barista trentenne morto nella notte tra mercoledì e giovedì di fronte alla chiesa di Pedaso.

La magistratura ha disposto un’autopsia sul corpo del barista. L’esame non sarà eseguito prima dell’inizio della prossima settimana. Il corpo del trentenne rimarrà all’interno dell’obitorio dell’ospedale di San Benedetto. Una volta effettuato l’esame autoptico, la salma sarà riconsegnata ai familiari per le esequie che dovrebbero essere celebrate nella chiesa della Madonna di Fatima di Ripatransone tra lunedì e martedì.

Lascia un commento