Roma, quarantenne dipendente Atac uccide l’ex moglie poi si toglie la vita

omicidioEnnesimo femminicidio. Ancora un dramma familiare. I due si erano separati da alcuni mesi ed avevano due figlie piccole ma l’uomo di 47 anni di Ardea, non si era rassegnato alla fine della relazione. L’uomo l’aveva aggredita e la donna lo aveva denunciato.

E’ quanto emerso dalle indagini dei Carabinieri della compagnia di Ostia sull’omicidio-suicidio avvenuto in un’area di parcheggio di via Erminio Macario a Vitinia, alle porte della Capitale. La vittima è una donna di 38 anni che abitava insieme alle due figlie a poca distanza dal luogo della tragedia.

Entrambi erano dipendenti dell’Atac e l’uomo ha incontrato la ex nel parcheggio ed hanno discusso all’interno della sua auto. Forse una lite, o probabilmente qualcosa di premeditato, ha portato l’uomo ha estrarre una pistola rubata e a sparare due colpi contro la donna. Dopo averla uccisa, il quarantenne ha rivolto la stessa pistola verso la propria tempia e si è ucciso.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, quarantenne dipendente Atac uccide l’ex moglie poi si toglie la vita Roma, quarantenne dipendente Atac uccide l’ex moglie poi si toglie la vita ultima modifica: 2015-06-12T06:38:33+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento