Roma, Andrew Mogni è morto al Northwestern Memorial Hospital di Chicago

Lo studente americano era stato trasportato a Chicago il 20 marzo. Andrew Mogni il 13 gennaio era stato trovato agonizzante a Roma alle due di notte su una banchina del Tevere, in corrispondenza del lungotevere dei Vallati, dopo essere precipitato da un’altezza di circa 10 metri. Andrew Mogni, studente dell’Università dell’Iowa, alloggiava a Trastevere presso la John Cabot University, ed era arrivato a Roma da poche ore per seguire un programma semestrale di studio. Aveva trascorso la sera fuori con gli amici ed era reduce da un “pub crowl”, un giro dei pub in comitiva per bere alcol a più non posso all’insegna del “bevi quello che vuoi, quanto vuoi, fin quanto puoi. E anche oltre…”. Una moda che spesso ha avuto conseguenze drammatiche e anche mortali. I suoi amici hanno raccontato che Andrew, intorno all’una e mezza, li aveva lasciati dicendo di non reggere più e di voler andare a dormire. Il ragazzo fu trovato alle due da un passante sulla banchina del Tevere. Visto il suo stato di ubriachezza si pensò subito che si fosse seduto in stato di semi-incoscienza sul muretto e fosse poi precipitato. Gli inquirenti, però, hanno anche ipotizzato che potesse essere stato vittima di una rapina, visto che non aveva documenti con sé e che i suoi oggetti personali erano spariti. Fu identificato solo grazie ai suoi amici. Sulla fine del ventenne non tutto è stato ancora chiarito. Il volo sulla banchina provocò emorragie interne e infezioni. Il ragazzo è rimasto in coma per tutto questo tempo. Il 20 marzo lo hanno riportato a Chicago, vicino a casa sua.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Andrew Mogni è morto al Northwestern Memorial Hospital di Chicago Roma, Andrew Mogni è morto al Northwestern Memorial Hospital di Chicago ultima modifica: 2015-04-08T19:03:15+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento