Cesinali, giovane di 22 anni ucciso dal laccio di una felpa che indossava

64

Il filo gli si è stretto al collo, fino a soffocarlo. Il cordicino si è avvolto ripiegandolo su se stesso, tanto da formare un cappio. Le indagini non sono riuscite a stabilire l’esatta dinamica. Il giovane di 22 anni è stato trovato privo di vita nella sua camera da letto. Pare che sia stato il fratello a fare la scoperta, intorno alle due di notte, e ad allertare i soccorsi per cercare di rianimare il ventenne.

Dopo i primi accertamenti, le indagini approfondite dei Carabinieri della stazione di Aiello del Sabato hanno portato a prediligere la strada dell’assurdo incidente. Presa in considerazione anche l’ipotesi del suicidio. Ma la posizione del corpo sul letto e il laccio trovato al collo hanno poi dirottato verso l’altra tesi ed escluso il coinvolgimento di terze persone. Sono stati ascoltati dagli investigatori anche i familiari, al fine di ricostruire le ultime ore del ragazzo e capire con precisione quanto avevano visto in attesa che arrivassero i soccorsi e i militari. L’esame esterno del corpo, affidato al medico legale, ha permesso di inserire un tassello importante nel mosaico composto dai Carabinieri, fino ad arrivare alla conclusione del drammatico incidente. La salma del ragazzo è stata riconsegnata già ieri pomeriggio alla famiglia per i funerali che si terranno domani alle 10,30.