Ravello, la Dipino ha strangolato l’Attruia nascondendone poi il cadavere in una cassapanca

Arrestata dai Carabinieri Vincenza Dipino, la donna di 55 anni di Ravello, accusata di aver ucciso, strangolandola, Patrizia Attruia, 48 anni,di Castellammare di Stabia.

Patrizia Attruia, insieme al suo convivente, Giuseppe Lima, 50 anni, viveva a Ravello nella casa di Dipino e accusava quest’ultima di essere troppo premurosa nei riguardi di Lima.

Durante un litigio le 2 donne sono venute alle mani e Dipino, secondo la ricostruzione dei militari, ha strangolato Attruia,nascondendone poi il cadavere in una cassapanca.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin