Catanzaro, morto Pietro Borelli aggredito e picchiato dal figlio Carmine

L’uomo di 63 anni, di Cerva, è spirato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Catanzaro, dove si trovava ricoverato da oltre un mese. Pietro Borelli era stato aggredito e picchiato dal figlio Carmine di 33 anni. L’8 dicembre scorso il trentatreenne aveva prima tentato di gettare dal balcone la madre e poi aveva colpito ripetutamente con calci e pugni il padre. Quest’ultimo era stato ricoverato in gravi condizioni nell’ospedale di Catanzaro. Il giovane, che soffre di problemi psichici, era stato arrestato dai Carabinieri di Sersale e della compagnia di Sellia Marina per duplice tentato omicidio. Pietro Borelli aveva riportato un grave trauma cranico-facciale e nelle ultime ore le sue condizioni erano peggiorate.

Lascia un commento