Sondrio, ripescato nell’Adda il corpo del diciottenne Cristian Scherini

Trovato nelle gelide acque del torrente Mallero, alla confluenza con l’Adda, al confine con il territorio comunale di Albosaggia, il corpo senza vita di Cristian Scherini che non era rientrato a casa. Uno dei tanti escursionisti aveva visto affiorare dalle acque il cadavere di una persona e aveva provveduto a lanciare con tempestività l’allarme alla centrale operativa del 118.

Una volta riportato a riva il corpo senza vita è stato poi possibile accertare che si trattava dello studente Cristian Scherini, 18 anni, iscritto all’Istituto tecnico commerciale “De Simoni”, del quale il padre nella notte aveva denunciato in Questura la scomparsa.

In attesa dell’autopsia, che potrebbe essere disposta nelle prossime ore dalla Procura, l’ipotesi al momento più accreditata per spiegare la morte del ragazzo parrebbe essere quella del gesto disperato. Ma anche di un gioco finito male o un incidente. Sarà un’inchiesta a chiarire le cause del decesso del diciottenne.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sondrio, ripescato nell’Adda il corpo del diciottenne Cristian Scherini Sondrio, ripescato nell’Adda il corpo del diciottenne Cristian Scherini ultima modifica: 2014-12-09T10:21:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento