Sassari, arrestato il direttore del reparto di geriatria di una casa di cura

86

La struttura è convenzionata con la Asl di Sassari. Il medico è stato arrestato dai Carabinieri del Nas con l’accusa di truffa aggravata in danno del servizio sanitario nazionale, concussione, abuso d’ufficio, falso e frode in pubbliche forniture. Il medico, posto ai domiciliari, è stato scoperto dai militari del Nas di Sassari, a conclusione di complessa indagine investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica, iniziata nei primi mesi del 2013 e andata avanti fino al mese di agosto di quest’anno. I militari hanno accertato una serie di condotte illegali del medico, in particolare i militari del Nas hanno verificato che induceva i pazienti, molti dei quali malati di Alzheimer, a farsi visitare presso il proprio studio privato dietro pagamento di una parcella di 150 euro a visita, con la promessa di controlli più attenti e approfonditi e con le agevolazioni derivanti dall’esecuzione degli esami ed accertamenti presso il reparto da lui diretto in modo del tutto autonomo e privato, in spregio delle regole proprie del sistema pubblico-convenzionato come le liste di attesa. Indagati anche un altro medico, la segretaria del geriatra ed il responsabile legale della clinica.