28 morti recuperati dalla zona in alta montagna sull’Himalaya nepalese

E’ il bilancio a due giorni da una violenta tempesta di neve abbattutasi sull’impervia area di montagna. Si teme che decine di trekker, forse 50, siano morti. Quattro gli italiani bloccati, ma stanno bene, in attesa di essere prelevati da un elicottero.

Il campo base italiano è stato un salva-vita per sei escursionisti stranieri. I dispersi potrebbero essere sotto un metro di neve, caduta martedì scorso per oltre 30 ore. Più di 150 i sopravvissuti soccorsi, di cui la metà non nepalesi.

Lascia un commento