Riunione Osservatorio lavori pubblici su progettazione e cantieri

Accelerare e portare a termine progettazione e cantieri: sono gli obiettivi perseguiti dalle parti che ieri si sono riunite nell’Osservatorio regionale edilizia e lavori pubblici, nella sede del dipartimento Infrastrutture a Potenza.

Presenti l’assessore regionale Aldo Berlinguer, il direttore generale del dipartimento Carmen Santoro, i dirigenti pubblici competenti e le organizzazioni sindacali. Grande assente, l’Eipli, Ente irrigazione di Puglia e Basilicata.

Tre gli argomenti all’ordine del giorno: due relativi al Progetto idrico Basento-Bradano (tronco di Acerenza e attrezzamento settore G) e l’Ospedale unico di Lagonegro.

L’assessore Berlinguer convocherà nel giro di pochi giorni la dirigenza dell’Eipli con le ditte interessate perché si sblocchi una situazione che vede cantieri fermi, lavoratori in ansia, importanti opere infrastrutturali per milioni di euro da portare a compimento.

Per quanto riguarda l’ospedale di Lagonegro, struttura attesa da tutta l’area sud della Basilicata, si profila una modifica alle condizioni contrattuali che prevede l’impegno della ditta aggiudicataria alla presentazione del progetto definitivo entro il 31 ottobre prossimo.

Si è anche parlato, nel corso della riunione, dei 101 cantieri nel campo dell’edilizia scolastica, che il Cipe deve sbloccare in Basilicata entro la fine dell’anno, per oltre 35 milioni di euro.

“Si tratta di opere – dichiara l’assessore – fondamentali per la Basilicata. Oggi abbiamo fissato lo stato d’avanzamento dei lavori, fra questioni contrattuali e procedure espropriative. Nei giorni a venire, a tamburo battente, ci assicureremo che tutte le parti in causa, Eipli compreso, si assumano le proprie responsabilità”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Riunione Osservatorio lavori pubblici su progettazione e cantieri Riunione Osservatorio lavori pubblici su progettazione e cantieri ultima modifica: 2014-09-18T19:02:03+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento