Cadeo, l’ingegnere Marco Vallisa rapito in Libia

Fonti governative confermano che l’italiano è stato rapito insieme ai suoi colleghi Emilio Gafuri (macedone) e Petar Matic (bosniaco). I tre risultato irreperibili, come affermato dalla Farnesina, da ieri mattina. Il loro veicolo è stato trovato abbandonato a Zuwara, a ovest di Tripoli, con le chiavi ancora nel cruscotto.

Marco Vallisa, 53 anni, di Cadeo, in provincia di Piacenza, lavora insieme agli altri due colleghi per la Piacentini Costrizioni.

Il Ministero degli Esteri italiano ha attivato tutti i canali per ritrovare l’ingegnere di cui si sono perse le tracce.

Da marzo non si hanno notizie di un altro italiano, Gianluca Salviato, il tecnico malato di diabete impiegato a Tobruk dalla Enrico Ravanelli.

Sempre in Cirenaica, a Derna, era stato sequestrati due operai italiani lo scorso gennaio, poi rilasciati 20 giorni dopo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cadeo, l’ingegnere Marco Vallisa rapito in Libia Cadeo, l’ingegnere Marco Vallisa rapito in Libia ultima modifica: 2014-07-06T12:16:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento