Lana Gatto, ispirazione carioca per la primavera-estate 2015

Strizza l’occhio ai colori del Brasile la proposta del marchio leader dei filati per aguglieria che, per la prossima stagione calda, punta sempre su materie prime 100% naturali – plus dell’azienda – e su 3 nuovi filati fantasia per la customizzazione dei capi.

Filati leggeri e molto morbidi, 100% naturali, in varianti colore solari d’ispirazione carioca. La collezione aguglieria proposta da Lana Gatto per la primavera/estate 2015 promuove il total color nelle sue varianti più “calde”, perfette per look freschi, giovani, contemporanei. La linea, che evoca il Brasile nella scelta delle tonalità, affianca ai filati classici alcune proposte fantasia che danno vita a sofisticati effetti multicolor. I gialli e i verdi sono così affiancati da altre nuances accese, ma sempre facili da abbinare per outfit mai uguali.

100% natural: la scelta delle materie prime

Lana Gatto non scende a compromessi quando si parla di qualità e naturalità, come confermano tutte le materie prime scelte per la prossima primavera/estate.

Via libera dunque a lino, seta, viscosa e cotone per realizzare capi in cui l’appeal non cede il passo al comfort. Comodità e pregio sono infatti punti di forza di tutta la produzione del brand, come anche per gli articoli classici (filati in 100% cotone o cotone/viscosa), dalle cartelle colore sempre più ampie ed attente alle tendenze della moda.

Novità: 3 filati fantasia per la massima personalizzazione

Creare capi unici nel loro genere che parlino in maniera univoca del proprio stile. Lana Gatto pensa alle amanti della customizzazione e propone una novità d’impatto: 3 filati fantasia totalmente diversi tra di loro ma con identica cartella colori stampati. Basterà miscelarli per creare, con semplicità, capi personalizzati.

9 su 10 da parte di 34 recensori Lana Gatto, ispirazione carioca per la primavera-estate 2015 Lana Gatto, ispirazione carioca per la primavera-estate 2015 ultima modifica: 2014-06-23T16:03:15+00:00 da Raffaela Borea
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento