Genova, dichiarazione città euromediterranee indirizzata alla commissione europea

Genova, Malaga,Torino, Salonicco e Tetouan firmano la dichiarazione delle città euromediterranee con cui le città aderenti a Cat-Med, piattaforma per lo sviluppo sostenibile, chiedono alla commissione europea che venga maggiormente considerato il ruolo dei centri urbani nelle politiche economiche. A Palazzo Ducale si é svolto il primo degli incontri internazionali, tra città del Mediterraneo e d’Europa, che impegneranno la città di genova nel mese di giugno.

Un confronto serrato, condotto dal geologo Mario Tozzi, sul tema che dava il titolo alla conferenza  “Recovering the classical city for a smart living ricovering”, riflessione su cosa significhi essere smart, città intelligente, nel campo dell’ambiente. Non solo questione di tecnologie ma anche di relazioni, come ha sottolineato in apertura il sindaco Marco Doria, di equilibrio tra spazio urbano fortemente antropizzato e terrritorio, la ricerca di uno sviluppo sostenibile in città caratterizzate da una forte eredità storica e culturale, sono stati i temi del dibattito cui hanno preso parte, oltre alle città firmatarie Salonicco, Torino, Malaga, Tetouan e Genova, Marsiglia, Stoccarda, Marsiglia, Napoli e la regione Catalogna.

Lascia un commento