Milano, primario dell’ospedale Fatebenefratelli indagato per truffa

Timbrava il cartellino e poi si allontanava dalla struttura, a volte con la complicità di una collega, che copriva le sue assenze. Secondo Carabinieri e Squadra Mobile sarebbe rimasto a casa 145 giorni in un solo anno e avrebbe percepito ingiustamente oltre 30 mila euro di stipendio.

Lascia un commento