Milano, non ci saranno tagli, servizi essenziali garantiti e novità per il welfare

“Anche quest’anno garantiremo i servizi essenziali e il sostegno per anziani, minori e famiglie, persone con disabilità e adulti espulsi dal mercato del lavoro grazie ad un investimento complessivo di circa 219 milioni di euro comprendente una quota statale di 41,6 milioni di euro. È un livello sotto al quale non è possibile scendere se si vuole assicurare assistenza e sostegno economico alle fasce deboli della popolazione. Come integrazione al reddito impiegheremo complessivamente 26 milioni di euro, la quota più alta in Italia”.

Così l’assessore alle Politiche sociali e alla Cultura della salute durante la Commissione Bilancio di questo pomeriggio nel corso della quale ha illustrato il bilancio di previsione 2014 con i principali interventi previsti per anziani, persone con disabilità, minori, famiglie e adulti e difficoltà.

“Le novità di quest’anno – ha spiegato l’assessore Pierfrancesco Majorino – riguarderanno la residenzialità leggera con il reperimento con il Terzo settore di 250 appartamenti da destinare all’accoglienza temporanea di 500 persone, la rivoluzione nell’assistenza familiare e domiciliare, con i servizi estesi a prezzi calmierati anche al ceto medio e la messa a bando della ex scuola di via Fratelli Zoia per realizzare un condominio per padri separati e famiglie rimaste senza casa. A luglio sarà infine pubblicato il bando per il patto di riscatto sociale, un nuovo intervento di sostegno al reddito per adulti in difficoltà”.

Le risorse indicate nel bilancio di previsione dall’assessorato alle Politiche sociali e Cultura della salute sono le seguenti:

  • 53,5 milioni di euro per minori e famiglie;
  • 94 milioni di euro per anziani;
  • 42,6 milioni di euro per persone con disabilità e disagio mentale e per la domiciliarità;
  • 26 milioni di euro per gli adulti in difficoltà, l’inclusione sociale e l’immigrazione (questi ultimi due con fondi di esclusiva provenienza statale.

Saranno impegati complessivamente 219.255.410 milioni di euro di cui 177.608.220 di provenienza comunale e 41.647.190 di provenienza statale, con un incremento rispetto al bilancio preventivo del 2013 (209.643.800 complessivi di cui 33.328680 risorse statali e 176.315.120 risorse comunali) di quasi 10 milioni di euro.

Entrando nel dettaglio dei numeri sono complessivamente 48.000 i beneficiari dei servizi e del sostegno al reddito, di cui 9.720 dei servizi diurni e dell’assistenza domiciliare e 6.200 dei servizi residenziali. In quasi 13.000 hanno ricevuti contributi alla persona. Sono 315.240 i pasti consegnati a domicilio.

Per quanto riguarda le risorse destinate ai cittadini Rom i fondi investiti dall’amministrazione comunale negli ultimi anni sono stati i seguenti:

Amministrazione Moratti

  • 2.551.000 euro dal 2007 al 2011;

Amministrazione Pisapia

  • 435.000 euro nel 2012;
  • 191.00 euro nel 2013.

Per il 2014 non sarà stanziata alcuna risorsa dall’Amministrazione comunale ma saranno usate esclusivamente risorse statali per 2 milioni di euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, non ci saranno tagli, servizi essenziali garantiti e novità per il welfare Milano, non ci saranno tagli, servizi essenziali garantiti e novità per il welfare ultima modifica: 2014-05-30T02:54:59+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento