Potenza, dal Cibus sbocchi su nuovi mercati per Pmi lucane

Pasta, vino, biscotti, carne, prodotti caseari, faglioli, caffè: il paniere delle eccellenze agroalimentari del potentino, al Salone internazionale dell’alimentazione CIBUS, chiuso a Parma l’8 maggio scorso, era molto ben rappresentato, tanto da avere attirato attenzioni e interessi da parte di buyer italiani e stranieri. 

Le dieci Pmi lucane, all’interno dello stand organizzato dalla Camera di Commercio di Potenza, attraverso la sua Azienda Speciale Forim e in collaborazione con il Gal del Vulture Alto Bradano e Gal Akiris (Val d’Agri Alto Sauro), si sono dichiarate molto soddisfatte rispetto ai contatti avviati. 

Queste attestazioni – dichiara il presidente della Cciaa di Potenza – dimostrano ancora una volta che alle grandi Fiere di settore occorre esserci, per non precludere alcuna possibilità alle imprese che vogliono aprire ai nuovi mercati attraverso l’innovazione e l’internazionalizzazione, per rispondere alle nuove sfide in atto. Del resto, l’arretramento del Pil italiano, tornato in negativo nel primo trimestre 2014, dimostra che le difficoltà sul mercato interno sono ancora tantissime e che bisogna necessariamente continuare a guardare oltreconfine.

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, dal Cibus sbocchi su nuovi mercati per Pmi lucane Potenza, dal Cibus sbocchi su nuovi mercati per Pmi lucane ultima modifica: 2014-05-20T11:29:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento