Crisi macello di Bagnolo, chesto il tavolo istituzionale

Istituire e convocare al più presto un tavolo istituzionale per capire se vi è un interesse reale da parte di un gruppo di allevatori per il macello di Bagnolo San Vito che rischia la chiusura.
E’ la richiesta forte partita oggi dal vertice a Palazzo di Bagno promosso dalla vice presidente della Provincia e dal Prefetti di Mantova Carla Cincarilli.
“Rappresentanti delle Rsu del macello e delle organizzazioni sindacali questa mattina ci hanno fatto il quadro della situazione – spiega la numero due dell’ente di via Principe Amedeo, titolare anche della delega per le politiche del lavoro -. Proprio da loro è arrivata la proposta di istituire un tavolo istituzionale con Regione Lombardia, la Provincia e la Prefettura per analizzare questa ennesima crisi aziendale che rischia di smantellare un importante sito produttivo del territorio virgiliano. Al tavolo ovviamente inviteremo anche il presidente del Consorzio Latterie Virgilio Paolo Carra proprietario del macello e i potenziali acquirenti. Dobbiamo mettere in campo tutte le nostre forze per cercare di mantenere questo sito produttivo. La sua chiusura avrebbe effetti su decine e decine di famiglia ma anche per gli stessi allevatori di suini che potrebbero trovarsi davanti a situazioni di squilibrio del mercato”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crisi macello di Bagnolo, chesto il tavolo istituzionale Crisi macello di Bagnolo, chesto il tavolo istituzionale ultima modifica: 2014-04-15T12:45:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento