Stramilano 2014, domenica 23 marzo saranno oltre 50 mila i corridori che invaderanno le strade della città

stramilano

La “corsa dei 50 mila” compie 43 anni, ma non li dimostra affatto. È stata presentata a Palazzo Marino l’edizione 2014 della Stramilano, che si correrà domenica 23 marzo.

“La Stramilano è la madre per eccellenza delle corse non competitive – ha dichiarato l’assessora allo Sport del Comune di Milano Chiara Bisconti – e quest’anno, più che mai, aprirà la stagione dei runners. Si stima che i corridori assidui in città siano circa 60 mila. Più o meno, quindi, quanti i partecipanti alla Stramilano. È come se tutti i runners di Milano si dessero appuntamento in un unica grande corsa collettiva. Ecco perché la Stramilano mantiene intatto il suo fascino. È l’unica marcia di questo tipo in città, oggi che il fenomeno del running vede, da marzo a novembre, decine di appuntamenti”.

“La Stramilano – ha proseguito Bisconti – è un grande abbraccio collettivo senza distinzioni, aperto a tutti e dove tutti si possono sentire a casa. È il primo trampolino verso la stagione agonistica, una stagione che speriamo tutti essere più serena e più mite. Le prove generali per le corse nei parchi, per le strade, lungo i percorsi degli altri appuntamenti milanesi”.

“Sarà un piacere, ancora una volta, mischiarsi a migliaia di milanesi per le strade della nostra città. Correre insieme rende tutti più allegri, più sereni. Da qualche anno, quando corriamo insieme, ci sentiamo anche più milanesi. La nostra è una città che va di corsa, ma dove alla fine nessuno corre per conto suo”, ha concluso l’assessora Chiara Bisconti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Stramilano 2014, domenica 23 marzo saranno oltre 50 mila i corridori che invaderanno le strade della città Stramilano 2014, domenica 23 marzo saranno oltre 50 mila i corridori che invaderanno le strade della città ultima modifica: 2014-03-13T04:02:10+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento