Bari, confiscati beni per 50 milioni a Saverio Sorangelo

I provvedimento è stato eseguito dai Carabinieri nei confronti di un pregiudicato di 59 anni. Saverio Sorangelo è ritenuto dagli inquirenti contiguo al clan mafioso Mangione-Gigante-Matera.

La maxi confisca ha riguardato un albergo, un centro benessere, un ristorante, una sala ricevimenti, 13 ettari di terreno, un’impresa edile, 2 imprese di ristorazione, 8 appartamenti, 8 auto, una moto Harley Davidson, e conti correnti bancari in 10 istituti di credito.

Lascia un commento