Parma, un pulmino per il trasporto dei malati oncologici

Da Intercral Parma e Verso il sereno un nuovo servizio per i pazienti dell’Ospedale che devono sottoporsi a trattamenti oncologici. Si tratta di un pulmino per il trasporto assistito alle cure: un mezzo da 9 posti attrezzato con tutti i comfort e nel quale oltre ai pazienti saranno presenti due volontari (un autista e un accompagnatore) adeguatamente formati.
L’iniziativa, promossa dalle due associazioni in collaborazione con Provincia, Comune e Azienda Ospedaliero-universitaria di Parma, prende il via con un protocollo firmato in Provincia dai rappresenti di tutte le realtà coinvolte.
“Un nuovo regalo del mondo del volontariato e della promozione sociale al nostro territorio, un  regalo fatto di passione e di impegno. Un gesto vero di solidarietà per il quale non possiamo che ringraziare”, ha detto aprendo l’incontro l’assessore provinciale alle Politiche sociali Macella Saccani. “Grazie anche da parte nostra – ha aggiunto l’assessore al Welfare del Comune di Parma Laura Rossi -. Questo è un altro tassello che va ad aggiungersi alla rete che c’è in questa città tra servizi e volontariato. Un altro bell’esempio di come con il volontariato che si mette a disposizione ci sia la possibilità di migliorare la qualità della vita anche in momenti così delicati come quelli dei trattamenti per i pazienti oncologici”.
Il progetto si rivolge prioritariamente ai pazienti in carico all’Unità operativa di Oncologia Medica che stanno effettuando trattamenti oncologici in regime ambulatoriale o di day hospital: pazienti con difficoltà a utilizzare mezzi di trasporto propri o pubblici e/o con mancanza di supporto famigliare per l’accompagnamento. L’obiettivo è quello di facilitare il trasporto delle persone dalla loro abitazione all’Ospedale e viceversa per visite e terapie e, in caso di necessità, anche il trasporto dello staff medico sanitario dall’Ospedale alle abitazioni e viceversa. Il mezzo sarà infatti anche a disposizione dell’Azienda Ospedaliero-universitaria per il progetto Capo (Continuità assistenza pazienti oncologici), proprio per l’accompagnamento di medici e personale infermieristico a casa dei pazienti per i trattamenti.
“Un grazie sentito alle istituzioni che hanno condiviso questo nostro percorso”, ha detto il presidente di Intercral Mauro Pinardi, che ha ricordato il lungo legame con Verso il sereno. “Questo vuole essere un atto di solidarietà. Per noi vuol dire cominciare il 2014 col botto, perché possiamo essere davvero utili alla città”, ha continuato, sottolineando che“non si tratta solo di strasporto ma di accompagnamento dei pazienti: andiamo a prendere le persone a casa e le accompagniamo, è diverso”. La presidente di Verso il sereno Gabriella Barbacini si è detta “veramente orgogliosa di questa iniziativa, ce la metteremo tutta per farla funzionare al massimo. Noi sentiamo molto la vicinanza della cittadinanza e di questo siamo molto felici”.
Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 16, e il sabato mattina dalle 8 alle 12,30. Sarà come detto assicurato da due volontari, riconoscibili da pettorina e tesserino ad hoc,  e sarà completamente gratuito per gli utenti. Le persone che potranno fruire del mezzo saranno individuate direttamente dall’Azienda Ospedaliero-universitaria, che in collaborazione con Verso Il Sereno le segnalerà a Intercral Parma: l’associazione Verso il Sereno, impegnata da anni nel sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie e attiva proprio nei locali del day hospital dell’Unità operativa di Oncologia, provvederà poi alla prenotazione dei servizi di trasporto, svolgendo anche funzione di coordinamento fra Azienda Ospedaliero-universitaria e Intercral.
“Una bellissima iniziativa – ha commentato il direttore della Struttura complessa di Oncologia medica dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma Andrea Ardizzoni – un ulteriore tassello che si aggiunge ad altri per migliorare ciò che possiamo offrire ai nostri pazienti. E in un momento come questo, assicuro che è un tassello molto importante: in un momento di difficoltà e di risorse sempre più ristrette, quando ci si confronta con generosità così grandi si rimane stupefatti. Oltretutto credo che sia un bellissimo esempio di sinergia del volontariato”.
Il progetto interessa l’intero territorio provinciale ed è infatti il risultato di una stretta collaborazione tra associazioni del nostro territorio, finalizzata alla messa a sistema delle migliori prassi ed esperienze maturate da ogni singola associazione.
I costi saranno in carico ad Intercral Parma, che si occuperà di carburante, manutenzione del mezzo, formazione del personale volontario e spese generali del servizio.
Sulla base del protocollo, il Comune consentirà l’accesso gratuito del mezzo alle ztl, la Provincia metterà a disposizione l’area per il parcheggio del pulmino, l’Azienda ospedaliero-universitaria permetterà l’accesso alle aree ospedaliere e ai reparti di destinazione dei pazienti.
Chinque fosse interessato ad offrirsi come volontario per fare l’autista o l’accompagnatore può mettersi in contatto con Intercral Parma, viale Caprera, 13/a – 43125 Parma, tel e fax  0521.969637, e-mailcral@provincia.parma.it, skype intecral.parma; gli uffici di viale Caprera sono aperti martedì, mercoledì e venerdì dalle 15,30 alle 17,30.
9 su 10 da parte di 34 recensori Parma, un pulmino per il trasporto dei malati oncologici Parma, un pulmino per il trasporto dei malati oncologici ultima modifica: 2014-01-13T02:45:44+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento