Vicenza, Epifania sui pattini alla pista di ghiaccio e canto della stella

L’assessorato alla formazione e l’assessorato alla partecipazione del Comune di Vicenza segnalano due iniziative che lunedì 6 gennaio, giorno dell’Epifania, si aggiungono ai tradizionali mercatini organizzati in centro storico.
Alle 17 alla pista di ghiaccio “Vicenza on ice” di viale Roma la Befana calzerà i pattini per regalare calze stracolme di dolci a tutti i bambini che andranno a trovarla. La pista da pattinaggio, proposta nell’ambito del calendario di eventi “Buone Feste, Vicenza”, rimarrà aperta fino al 19 gennaio tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 21, mentre il sabato e nei giorni festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 22.
Sempre alle 17 di lunedì 6 gennaio lungo corso Palladio e le altre vie del centro il Coro delle Fontanelle di San Bonifacio si esibirà nel tradizionale canto della stella, antico rito augurale con brani dell’Altopiano e della zona di Mason. Il concerto itinerante si concluderà sotto le logge della Basilica Palladiana intorno alle 18.

Mercatini dell’Epifania
Dal 4 al 6 gennaio tante bancarelle animeranno il consueto mercato dell’Epifania in piazza dei Signori, in piazza Biade, piazzetta Palladio, contrà Pescherie Vecchie e contrà Garibaldi a cura delle associazioni “Il Tritone” e “I commercianti di San Lorenzo”. Sabato 4 gennaio e lunedì 6 gennaio si potrà curiosare tra le bancarelle dalle 8 alle 20 mentre domenica 5 gennaio l’orario sarà prolungato, dalle 8 alle 22.
Rimangono allestite in corso Fogazzaro, davanti all’ex cinema Corso, in piazza San Lorenzo, in piazza Castello le tipiche casette di legno a costituire il “Mercatino dell’Epifania”, aperto fino al 6 gennaio dalle 9 alle 20, che propongono simpatici e originali oggetti da regalare oltre che succulenti pietanze e prelibate bevande. L’iniziativa è a cura de “I commercianti di San Lorenzo”, dell’associazione “Il Tritone” e del “Comitato piazza Castello”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento