Carrara, trentenne dominicano spaccia droga ai minorenni

Lo straniero è stato arrestato con l’accusa di cessione continuata di sostanze stupefacenti a più persone, per lo più minorenni per le quali era diventato il “pusher”. Le indagini avevano preso il via dopo il ricovero in ospedale, lo scorso giugno, di tre studentesse quindicenni intossicate dopo aver assunto cannabis nello loro stessa scuola durante la pausa di ricreazione. Le tre ragazzine avevano accusato allucinazioni, nausea e attacchi di panico al rientro in classe, tanto che il personale dell’istituto aveva richiesto l’intervento di un’ambulanza del “118” per il trasporto in ospedale, dove i sanitari avevano riscontrato una grave intossicazione da cannabinoidi, confermata in lacrime dalle ragazzine. La Polizia di Carrara ha iniziato le indagini, durate quattro mesi, che hanno portato all’identificazione del dominicano.

Il pusher spacciava nel centro storico di Carrara e, tra la clientela, aveva anche molti ragazzini. Nel corso dell’operazione sono stati anche sequestrati oltre 100 grammi di marijuana ed hashish, che lo spacciatore teneva in casa. Il giovane è stato associato al carcere di Massa.

Lascia un commento