Firenze, movida in via de’ Benci il dovere della politica è prevenire

“Si riparla di movida  di fronte ad un atto della magistratura. Sono cambiati gli esercenti, i residenti e i Sindaci, ma la questione resta. E si aggrava sempre più”. Così la consigliera del Pd Susanna Agostini che aggiunge: ” Ci sono situazioni in cui non basta la capacità di forzare la mano, né quantomeno una raccolta fi firme, una protesta. I residenti chiedono di poter vivere in salute in un territorio sempre più invaso da dehor. La notte le strade sono invase anche i marciapiedi per i residenti, multe alle 8 della mattina. Ma la notte si veglia tra canti, risate scomposte e urla di gioia e di dolore. Certo gli esercenti devono lavorare come in tutte le città, nel rispetto delle regole e della civiltà. L’approccio frammentato tra una chiusura e l’altra per questa o quell’altra infrazione, non giova. Quando ognuno  fa il proprio mestiere, serenamente e senza provocare fratture di nessun tipo, francamente credo sia necessario un punto e a capo! Mi ripeto, l’ho detto in altri interventi: dobbiamo prevenire per migliorare la qualità della vita di tutti, esercenti, residenti e consumatori, non curare ogni volta un singolo male. Questo é il dovere della politica e dell’ordine pubblico” .

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, movida in via de’ Benci il dovere della politica è prevenire Firenze, movida in via de’ Benci il dovere della politica è prevenire ultima modifica: 2013-12-23T18:09:40+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento