Venezia, il successo di fuori di banco

Quarta edizione archiviata con successo per “Fuori di banco” 2013” il salone dell’offerta formativa rivolto agli studenti di terza media e di quinta superiore e svoltosi al Vega di Porto Marghera dal 26 al 30 novembre.

Assessore all’Istruzione Claudio Tessari. “Abbiamo registrato numeri di tutto rispetto anche quest’anno: 1300 le presenze nei primi due giorni, 3700 negli altri tre giorni. In particolare quest’anno si è registrata una maggiore affluenza nella giornata di sabato, dedicata alle famiglie. E ancora: 410 gli studenti che hanno compilato al computer il test di orientamento “Navighiamo insieme”, messo a disposizione dalla nostra Provincia su quattro postazioni. Non dimentichiamo poi la presenza degli enti locali, delle università del Triveneto e del mondo produttivo – ricordo tra gli altri la Camera di Commercio e Confindustria Venezia, che testimoniano la qualità della nostra proposta. Gli stand degli espositori presenti nelle prime due giornate sono stati 31; negli altri tre giorni abbiamo avuto la presenza con propri stand di 43 istituti scolastici superiori, e 52 eventi tra incontri, laboratori e  workshop svolti. Un servizio importante quindi per i ragazzi che devono decidere quale sarà il proprio futuro, e un’opportunità preziosa per le famiglie che hanno potuto capire meglio qual è l’orientamento dei propri figli nel momento della scelta della scuola superiore”.

Fuori di Banco è stata un’iniziativa promossa da Provincia di Venezia, Comune di Venezia – Assessorato alle Politiche Educative, Ufficio Scolastico Regionale Veneto, Venezia Opportunità, Sive Formazione – Confindustria Venezia; con il patrocinio della Regione Veneto, la collaborazione del parco scientifico e tecnologico Vega e la sponsorizzazione di D&C Design and Consulting. Partner dell’evento Università Ca’ Foscari di Venezia, Iuav, Esu Venezia, Orienta Venezia e Inail sede prov. di Venezia Terraferma, Ance Venezia Giovani, Sestante di Venezia. Media partner Gente Veneta e Blu Radio Veneto.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento