A un anno dalla scomparsa l’8 giugno si ricorda a Teramo l’on. Alberto Aiardi

Teramo - convento Madonna delle Grazie

Teramo – convento Madonna delle Grazie

Sabato 8 giugno 2013, alle ore 18, presso la Sala Capitolare del Convento della Madonna delle Grazie a Teramo, si terrà la commemorazione dell’on. Alberto Aiardi nel primo anniversario della morte, avvenuta all’età di 77 anni l’8 giugno 2012. L’evento sarà preceduto, alle ore 17, dalla celebrazione della Santa Messa nel Santuario della Madonna delle Grazie. Organizzato dal Circolo “don Luigi Sturzo”, dall’Associazione Nazionale Famiglie Emigrati (ANFE) e dal Centro Ricerche Personaliste, l’incontro si propone di ripercorrere la vita d’uno dei protagonisti della storia politica abruzzese e nazionale degli ultimi decenni.

Interverranno all’evento commemorativo Maurizio Brucchi, sindaco di Teramo, Berardo Vallarola, presidente del Circolo “don Luigi Sturzo”, Paolo Genco, presidente nazionale ANFE, Goffredo Palmerini, delegato ANFE per l’Abruzzo, Attilio Danese, presidente del Centro Ricerche Personaliste, quindi Ferdinando Di Paola, sindaco di Teramo dal 1967 al 1980, ricorderà l’amministratore civico Alberto Aiardi che, negli anni Sessanta, fu vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, con la sindacatura di Carino Gambacorta. Concluderà la commemorazione l’on. Gerardo Bianco  (deputato per 9 legislature,  ministro, parlamentare europeo e politico di rango nella DC, poi segretario del Partito Popolare Italiano) che ricorderà l’opera dell’on. Aiardi come Parlamentare della Repubblica. Coordinerà l’incontro il prof. Adelmo Marino, del Centro culturale “J. Maritain” – Società 2000.

Alberto Aiardi, valente economista, è stato autore di studi e ricerche su temi politici, economici e sociali. Laureato in Giurisprudenza ma con solide competenze nel campo dell’economia, è stato responsabile dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Teramo e docente universitario di economia politica. Intensa la sua attività pubblicistica, con diversi scritti e saggi dati alle stampe, tra i quali si citano i principali: Società, partiti e protesta (1969); I problemi dell’economia e risanamento finanziario (1981); Società e cambiamento (1992); Scritti e interventi di Maria Federici (a cura, 1997); Persona e città. Politica, economia ed etica (2008); L’Azione Cattolica a Teramo. Nel periodo 1919 – 1953 (2011); Breve storia economica e sociale della provincia di Teramo nel Novecento (2012).

Alberto Aiardi

Politico fine, accorto e sempre aperto al dialogo, uomo probo con forte personalità e carisma, l’on. Aiardi è stato uno dei pilastri della Democrazia Cristiana abruzzese. Nella vita istituzionale è stato vice sindaco di Teramo, poi dal 1972 al ‘92 parlamentare per cinque legislature alla Camera dei deputati e quattro volte Sottosegretario al Bilancio e Programmazione economica, nei governi Fanfani 5°, Craxi 1° e 2°, Fanfani 6°. Alla Camera dei deputati ha ricoperto dal 1980 al ’83 l’incarico di Presidente della Commissione Speciale per l’esame dei disegni di legge per le aree colpite dal terremoto dell’Irpinia del 23 novembre 1980, e cinque volte l’incarico di vice Presidente della Commissione Bilancio e Programmazione. Intensa la sua attività in Parlamento, con ben 254 progetti di legge presentati, 120 atti di indirizzo (interrogazioni, risoluzioni, ordini del giorno e mozioni) e 102 interventi in Aula. Promotore e presidente del Centro culturale “J. Maritain – Società 2000” di Teramo, studioso del fenomeno migratorio italiano e profondo conoscitore del mondo dell’emigrazione, è stato per molti anni vice Presidente nazionale dell’ANFE, a fianco di Maria Agamben Federici, deputata aquilana nell’Assemblea Costituente, che fondò l’associazione nel 1947 guidandola dalla fondazione fino al 1981.

9 su 10 da parte di 34 recensori A un anno dalla scomparsa l’8 giugno si ricorda a Teramo l’on. Alberto Aiardi A un anno dalla scomparsa l’8 giugno si ricorda a Teramo l’on. Alberto Aiardi ultima modifica: 2013-06-03T12:43:45+00:00 da Goffredo Palmerini
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0