Terromoto Pd si è dimesso il segretario Bersani

55

Ha preso atto della sconfitta su tutti i fronti e ha gettato la spugna. I democratici sono ora a pezzi. “Uno su quattro ha tradito, è inaccettabile”, ha detto ufficializzando la decisione davanti all’assemblea dei grandi elettori Pd, poche ore dopo la quarta fumata nera a Montecitorio per l’elezione del presidente della Repubblica.

“Le mie dimissioni – ha detto il segretario ai grandi elettori del Pd riuniti in assemblea – saranno operative un minuto dopo l’elezione del presidente della Repubblica”.

La presa d’atto di Bersani era stata anticipata dall’analoga scelta della Presidente Rosi Bindi. “Il partito ha dato cattiva prova di sè – ha affermato – ma la responsabilità non è mia: non sono stata direttamente coinvolta nelle scelte degli ultimi mesi”.