Rubano auto a dirigente Autostrade, fermati all’autogrill

Dante, se fosse ancora vivo, parlerebbe di legge del contrappasso. Sì, perché questa notizia di cronaca ha davvero i caratteri della punizione dantesca. Tre giorni fa, a Latina, una costosa automobile- di proprietà della società Autostrade- era stata rubata a un alto dirigente di quest’ultima. Mercoledì, intorno alle 3.00 di notte, i due ladri hanno finito la loro corsa. Gli agenti della polizia stradale, infatti, hanno notato un’auto di grossa cilindrata all’autogrill di Varazze, sulla A10. Nonostante la targa e i documenti del veicolo non fossero, ovviamente, corrispondenti a quelli del veicolo rubato, agli agenti non è sfuggita la casuale coincidenza. E così, quando la fiammante Audi A5 è ripartita, la pattuglia della stradale ha fatto altrettanto. Pochi chilometri dopo, gli agenti hanno fermato i due uomini di nazionalità marocchina per effettuare un controllo del mezzo. La targa dell’auto, seppur buona riproduzione ottenuta mediante stampaggio in lamiera ricoperta da una pellicola bicolore, si è rivelata falsa come i documenti assicurativi e la carta di circolazione, che è stata rubata in bianco e poi compilata. I due poliziotti, essendo chiaro l’intento dei due marocchini di voler lasciare l’Italia, hanno arrestato entrambi con l’accusa di riciclaggio e ricettazione. Dante, nella sua Divina Commedia, non avrebbe saputo scrivere terzina migliore.

9 su 10 da parte di 34 recensori Rubano auto a dirigente Autostrade, fermati all’autogrill Rubano auto a dirigente Autostrade, fermati all’autogrill ultima modifica: 2013-03-22T07:24:37+00:00 da Valeria Abate
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0