Napoli, colpo ai Casalesi arresti e sequestro di beni

103

I reati contestati ai destinatari dei provvedimenti restrittivi sono, a vario titolo, associazione mafiosa, estorsioni, armi ed altro. Al blitz, in diverse città della Campania e della Toscana, hanno partecipato anche i reparti di prevenzione crimine e unità specializzate della polizia scientifica per la ricerca di armi ed esplosivo.

Nel corso dell’operazione sono state effettuate numerose perquisizioni n diverse città, finalizzate alla ricerca di armi ed esplosivo. Gli uomini della Dia hanno eseguito sequestri di immobili, aziende e attività commerciali in città della Campania e della Toscana per un totale di circa 20 milioni.