Triggiano, aggressione a stranieri in manette tre giovani

Sono finiti in manette con le accuse di lesioni personali, violenza privata e discriminazione razziale. I tre pugliesi arrestati hanno aggredito con un cavo d’acciaio e una spranga di ferro tre nordafricani e una educatrice per motivi razziali. Tre giovani di 28, 27 e 22 anni, tutti di Triggiano, sono stati arrestati e ora sono ai domiciliari.

L’aggressione è stata compiuta nel Centro di accoglienza Esedra, in via Capurso a Triggiano. Sequestrati il cavo d’acciaio e la spranga usati per l’aggressione.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0