Vibo Valentia, benzene nell’acqua stop ad uso per il consumo potabile

188

I Comuni che sono approvvigionati di acqua dall’invaso dell’Alaco hanno emesso una ordinanza di sospensione dell’utilizzo di acqua per il consumo potabile a causa della contaminazione da benzene nell’invaso. Il provvedimento è stato emesso in seguito ad una comunicazione urgente dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia nella quale si specifica che l’acqua proveniente dall’Alaco non può essere utilizzata per uso alimentare, lavaggio e preparazione di alimenti, igiene orale, lavaggio di stoviglie e utensili da cucina, delle apparecchiature sanitarie, di oggetti per l’infanzia e per l’igiene della persona.

L’allarme è scattato dopo che l’Asp di Catanzaro ha comunicato che all’uscita del rubinetto del potabilizzatore Alaco Ionio-Tirreno, nel comune di San Sostene, dalle analisi sui campionamenti di acqua potabile è risultata la presenza di benzene.