Serie Bwin, svanisce a pochi secondi dalla fine la vittoria del Crotone

La difesa ad oltranza punisce la squadra di Drago

Difesa ad oltranza per tutto il secondo tempo, terzo gol mancato da Gabionetta a pochi minuti dalla fine, sono i due eventi che hanno impedito al Crotone di conquistare la seconda vittoria consecutiva del 2013 ed interrompere il digiuno dei successi esterni (una sola partita vinta fuori casa in quel di Vercelli alla diciassettesima giornata datata 17 novembre 2012). La nota positiva il punto conquistato lontano dalle mura amiche che smuove la classifica, ed i gol dei centrocampisti Eramo e Crisetig neo rossoblù da pochi giorni. Per il giocatore, poco impiegato in quel di La Spezia, migliore debutto non poteva esserci.

Il Cittadella ha evitato la sconfitta favorito dalla tattica difensiva degli avversari. Il portiere Caglioni (tra i migliori in campo in senso assoluto) ha in più occasioni, almeno una quindicina, evitato alla sua squadra di subire il gol con parate strepitose che demoralizzavano gli uomini di Foscarini perché non riuscivano ad andare in gol. Anche in occasione dell’ultima azione utile prima del fischio finale aveva impedito al pallone di varcare la linea bianca respingendolo in angolo. Dalla bandierina il tiro è stato fatale giacché il pallone giunto in area veniva colpito da Coly che lo insaccava. Due tiri piazzati hanno impedito al Crotone di portarsi a casa tre punti.

Tutto questo poteva essere inutile se Gabionetta, al minuto novantatreesimo, non avesse mancato il terzo gol. L’azione era partita dalla lunga distanza ma giunto nei pressi del portiere Cordaz il brasiliano si faceva respingere il tiro. 

Mister Drago deve lavorare e molto, nonostante sia iniziato da qualche partita il girone di ritorno, per eliminare tali anomalie che spesso puniscono la sua squadra.

La partita per il Crotone era iniziata bene.   

Al minuto tredicesimo vantaggio con Eramo che raccoglie una respinta di del portiere su giocata di Gabionetta.

Undici minuti dopo il raddoppio del nuovo acquisto, il centrocampista Crisetig, che insacca di sinistro dal limite dell’area.

Nessun pericolo per la formazione di Drago nel corso della prima parte.

I guai nella ripresa a causa di un atteggiamento più difensivo fin dai primi minuti che pagherà pegno agli avversari.

La supremazia della formazione di casa, diversa dal primo tempo essendo entrato Vito Francesco in sostituzione di Biraghi; e Di Nardo per Giannetti, si concretizza al quattordicesimo con Schiavon che sfrutta bene una punizione da limite mettendo dentro il pallone.

Crotone ancora più abbottonato anche dopo aver subito il gol che ha accorciato le distanze. Dentro Mazzotta (difensore) fuori Ciano (attaccante) sparito dal gioco dopo appena quindici minuti.

Questa mossa ha ulteriormente rafforzato la spinta offensiva degli avversari.

Cinque minuti dopo fuori De Giorgio (il giocatore ha dato molto sulla fascia) per lasciare il posto a Torromino, a proposito di quest’ultimo avvisare qualcuno della trasmissione “Chi l’ha visto”. Per stanchezza fuori anche Migliore, il difensore più bravo, per dare spazio all’esperienza di Abruzzese. La difesa ad oltranza ha, però, dato torto a mister Drago che non è riuscito a portarsi a casa i tre punti e interrompere l’emorragia delle sconfitte esterne. Ad impedirlo il gol subito all’ultimo secondo da Coly in seguito a calcio d’angolo. Il tanto lavoro di Caglioni, che aveva sempre evitato con strepitose parate di fare pareggiare gli avversari, risultava vano.

Il merito del tecnico locale aver creduto nel recupero dei due gol fin dall’inizio della ripresa cambiando atteggiamento alla sua squadra facendo entrare le giuste pedine. 

Cittadella   2

Crotone     2

Marcatori: Eramo 13°, Crisetig 20°, Schiavon 59°, Coly 95°

Cittadella: Cordaz, Ciancio, Sosa (Minetto), Coly, Biraghi (Vito Francesco) Pellizzer, Baselli Schiavon, Giannetti (Di Nardo), Di Roberto, Di Carmine. All. Foscarini

Crotone: Caglioni, Del Prete, Vinetot, Ligi, Migliore (Abruzzese), Crisetig, Maiello, Eramo, Gabionetta, Ciano (Mazzotta), De Giorgio (Torromino). All. Drago

Arbitro: Michal Fabbri di Ravenna. Ass. Del Giovane, Alassio.

Quarto giudice: Merlino

Ammoniti: Coly, Gabionetta, Vinetot, Ligi, Caglioni

Angoli: 11 a 2 per il Cittadella

Recupero: 0 e 5 minuti

 

Risultati ventiquattresima giornata

 

Reggina – Hellas Verona     1-1 (giocata venerdì)

Brescia – Spezia          0-0

Cittadella – Crotone             2-2

Grosseto – Padova                1-1

Livorno – P. Vercelli            2-0

Novara – Cesena                   0-1

Sassuolo – Empoli               1-1

Ternana – Bari                      0-0

Varese – Modena                  2-0

Vicenza – Juve Stabia 1-2

Ascoli – Lanciano (lunedì ore 20.45)

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0