Montecatini, Massimo Parlanti ha confessato l’omicidio dell’ex moglie Beatrice Ballerini

L’uomo, ex titolare di un sugherificio a Pieve a Nievole fallito tre anni fa, era già stato sentito a lungo la notte della scoperta del cadavere tra i familiari che furono ascoltati dai Carabinieri. Ora ha deciso di fornire ancora la sua versione dei fatti al sostituto procuratore Claudio Curreli e agli investigatori dell’Arma.

Il giorno del delitto, Massimo Parlanti aveva confermato di avere incontrato la ex moglie nella casa di Nievole ma di essere poi andato via, a prendere i figli di 7 e 10 anni a scuola, trascorrendo con loro l’intera giornata; l’uomo aveva riportato i bambini ai nonni, a Campi Bisenzio in serata.

Nella sua prima versione fornita agli inquirenti il giorno del delitto, l’uomo aveva parlato di una rapina. Gli inquirenti erano rimasti colpiti dai graffi riscontrati sul naso dell’uomo che lui aveva detto essersi procurati giocando con il figlio. Tra due giorni dovrebbero essere pronti i risultati dell’esame del Dna sulle tracce di pelle scoperte sotto le unghie della donna.

Dopo ore di interrogatorio, nella caserma dei Carabinieri di Montecatini, Massimo Parlanti,43 anni, ha confessato l’omicidio della ex moglie Beatrice Ballerini.
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0