Più poteri alla Banca Centrale Europea di Mario Draghi

Accordo tra i 27 Ministri delle Finanze dell’Unione Europea. Nuovo meccanismo unico di vigilanza bancaria, che sarà affidato alla Bce a partire dal primo marzo del 2014. Il Commissario Ue per i servizi finanziari Michel Barnier l’ha definito un “accordo storico” e il presidente di turno cipriota Vassos Shiarly, che conclude con questo successo la sua esperienza come leader dell’Ecofin, “un regalo di Natale per noi e per tutta l’Europa”.

La scadenza di fine anno per l’accordo politico sulla vigilanza bancaria unica era stata stabilita in occasione del vertice di giugno per spezzare il legame fra crisi finanziarie e crisi del debito pubblico ed è la premessa perché il meccanismo europeo di stabilità Esm possa successivamente ricapitalizzare direttamente le banche che ne avranno necessità. Ora l’accordo sarà sottoposto all’approvazione dell’Europarlamento. Per rientrare sotto la competenza della Bce dal marzo 2014, le banche dovranno avere una dimensione minima che è stata fissata a asset non inferiori a 30 miliardi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin