I sindaci a Roma per evitare la soppressione delle Province

Combattere finché c’è vita, manifestare il dissenso nei confronti di un evento negativo già consumato non ha alcun senso.

La battaglia a difesa del mantenimento delle province che si vorrebbero sopprimere non si arresta e continua ad esserci ogni giorno sotto diverse forme. Giorno 4 dicembre2012 aRoma ci sarà un incontro tra una delegazione dei sindaci dei comuni capoluogo delle province a rischio soppressione e i capigruppo del Senato.

A rappresentare i primi cittadini che incontreranno i senatori dei gruppi politici di Palazzo Madama Peppino Vallone di Crotone, Maurizio Brucchi di Teramo, Nicola Sodano di Mantova, Roberto Cenni di Prato e Fabrizio Brignolo di Asti.

L’incontro di domani segue la riunione che i sindaci dei capoluogo di provincia interessati dal Decreto Ministeriale che riforma l’assetto territoriale dei rispettivi territori hanno avuto lo scorso 22 novembre presso la sede dell’Anci nazionale.

Nel corso di quella riunione i sindaci avevano deciso di intraprendere azioni comuni  a difesa delle acquisite autonomie territoriali.

Uno dei punti previsti dalla rete dei sindaci era di chiedere un incontro ai capigruppo del Senato chiamato alla discussione per la conversione in legge del Decreto Governativo, incontro che si terrà, per l’appunto, domani a Palazzo Madama.

L’appuntamento di domani costituisce una tappa importante delle iniziative che i primi cittadini stanno mettendo in campo a difesa degli interessi dei singoli territori che, da nord a sud, risentono delle medesime problematiche connesse alla paventata soppressione delle province.