Accordo con Vodafone per ampliare e sperimentare la banda larga in Valle

La Regione autonoma Valle d’Aosta e Vodafone Italia hanno presentato i primi risultati del protocollo d’intesa che ha l’obiettivo di intensificare lo sviluppo della banda larga sul territorio della regione. Un accordo che si colloca nel più ampio progetto della cablatura regionale con fibra ottica.

Augusto Rollandin – Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta

Da una parte stiamo lavorando sulla rete, quindi sull’infrastrutturazione. Dall’altra sulla connessione, per il completamento di un’opera che renderà possibile la presenza di questa tecnologia nei nostri comuni, incentivando il turismo, l’economia nel suo insieme, che è proprio quello che noi vogliamo e dobbiamo fare come parte regionale. Sapendo che altri operatori, oltre a Vodafone che oggi conferma la sua presenza, potranno poi lavorare nello stesso sistema.

Vodafone Italia fa parte del Gruppo Vodafone, che conta circa 398 milioni di clienti ed è presente in 30 Paesi, mentre in altri 40 ha accordi di Network Partnership. Ha 30 milioni di Sim attive sulla propria rete. Allo stato attuale, Vodafone Italia copre con la tecnologia 3G, cioè i servizi di terza generazione, il 35% del territorio antropizzato della Regione. L’impegno è di raddoppiare la copertura, aggiungendo altri 20 comuni, entro il 2013.

Piero Guidani – Presidente Vodafone Italia

Abbiamo preannunciato che effettueremo una sperimentazione nel comune di Brusson utilizzando le tecnologie di quarta generazione e mettendo in campo una parte delle frequenze che abbiamo recentemente acquistato.

Il 4G permetterà di raggiungere velocità superiori ai 100 Megabyte al secondo in download, 1GB al secondo, in prospettiva futura. Quindi una tecnologia perfettamente rispondente alle evoluzioni in atto, a fronte di un’utenza sempre più interessata a video ad alta qualità e a cimentarsi in esperienze di gioco virtuale tramite il web. Quella in atto è una sperimentazione della quale tutti potranno trarre i benefici a partire dal gennaio 2013.

Massimo Scapini – Direttore Rete area Nord di Vodafone Italia

Brusson è il primo comune in Italia in cui Vodafone sperimenta le tecnologie 4G sulla nuova frequenza di 800 MegaHertz, che è la frequenza più pregiata che abbiamo acquisito nella gara che si è recentemente svolta l’anno sorso. Perché è più pregiata? Proprio perché, per il suo grado di penetrazione è in grado di raggiungere tutta la popolazione in Italia. Mentre le altre frequenze, che sono 1800 Mhz e 1,6 GigaHertz le utilizzeremo prevalentemente in ambito urbano.

L’interesse di Vodafone Italia per la Valle d’Aosta ha origini specifiche.

Piero Guidani – Presidente Vodafone Italia –

La Valle d’Aosta è una regione molto interessante perché è un territorio centrale per i traffici, per la logistica, per il turismo. E’ anche una regione che ha un sostanziale investimento industriale e nel commercio. E poi è una regione dove si recano, in modo periodico, turisti che vengono dal Piemonte, dalla Lombardia, dalla Liguria e da altre regioni e dall’estero. Quindi rappresenta un test perfetto per le nuove tecnologie.

L’iniziativa di infrastrutturazione tecnologica è attuata dall’Amministrazione regionale grazie al cofinanziamento dell’Unione europea.

Augusto Rollandin – Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta

In modo tale da avere le caratteristiche per superare quello che è il programma 20-20 a livello europeo, di cui noi siamo parte e che ci permetterà di essere una delle regioni, direi la prima regione, interamente con una rete a banda larga. Quindi con un’autostrada virtuale in cui potranno inserirsi tutte le situazioni migliori per rendere questo servizio alla popolazione e all’utenza.

9 su 10 da parte di 34 recensori Accordo con Vodafone per ampliare e sperimentare la banda larga in Valle Accordo con Vodafone per ampliare e sperimentare la banda larga in Valle ultima modifica: 2012-10-19T09:30:00+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0