Rimini, dall’Europa oltre un milione di euro per turismo e ambiente

La Giunta provinciale ha approvato mercoledì scorso i 6 nuovi progetti finanziati dall’Unione Europea ai quali partecipa la Provincia di Rimini.

Si tratta di progetti con partenariato internazionale, tre in area Adriatica (programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico), altri tre in area sud est europa (Programma di Cooperazione transnazionale South East Europe).

I progetti finanziati riguardano diverse materie, dalla Cultura al Turismo, dall’ambiente alla mobilità sostenibile.

I progetti, che partiranno dalle prossime settimane e si svilupperanno nel corso del 2013-2014, consentiranno di realizzare interventi a azioni altamente innovative, in collaborazione con istituzioni (regioni, province, università, enti di ricerca) italiani e di altri Paesi europei.

Come risulta dalla scheda allegata, si tratta di progetti partecipati mediamente da 9-10 partner, per un importo complessivo di circa 10 milioni di euro, di cui oltre un milione di euro arriverà alla provincia di Rimini, per realizzare esperienza innovative, come per esempio la sperimentazione di tecnologie innovative di raffrescamento degli alberghi senza ricorrere a combustibili fossili (AdriaCold) o metodologie per ridurre la produzione di rifiuti in occasione di grandi eventi turistici (Zerowaste).

Tutto ciò rafforzato ulteriormente dal finanziamento di un progetto presentato dal Comune di Rimini e sempre promosso dall’Ufficio unico per le politiche comunitarie ed un altro progetto sulla popolazione cetacea che coinvolge realtà del territorio riminese.

“ Si tratta di un risultato importante- dichiarano Stefano Vitali, Presidente della Provincia di Rimini, Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini, Manlio Maggioli, Presidente della Camera di Commercio Rimini- perché ottenuto in un contesto molto competitivo su aree molto vaste (essendo progetti che finanziano al 100% le attività) che premia e conferma il forte impegno dell’Ufficio unico per le politiche comunitarie nei confronti delle opportunità europee. Ricordiamo che nella prima metà del 2012 erano stati approvati altri due progetti, su energia eolica e prodotti tipici locali, per quasi 400.000 euro. Per il tessuto socio economico locale si tradurrà in una doppia opportunità: da un lato la possibilità di finanziare azioni innovative altrimenti impossibili in tempi di così forti tagli, dall’altra di rafforzare l’orizzonte internazionale del territorio di Rimini, fattore ancora più indispensabile in una fase in cui la concorrenza è allargata oltre i confini nazionali.”.

In ambito Ipa Adriatico i tre progetti approvati sono:

1)     Zero Waste – Zero Waste Adriatic net for events and festivals. Ha l’obiettivo generale di creare un network di eventi e festival, a basso impatto ambientale, fornendo a soggetti pubblici e privati una guida per adottare più appropriati e moderni strumenti atti a minimizzare gli effetti negativi sull’ambiente di eventi e festival nel bacino adriatico;

2)     Adriacold – Diffusion of Cooling and Refreshing Technologies using the Solar Energy Resource in the Adriatic Regions. Ha l’obiettivo generale di studiare valutare e costruire prototipi di nuove tecnologie per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti nell’area Adriatica con il fine di ridurre sempre di più la dipendenza dai combustibili fossili. La Provincia di Rimini, tramite questo progetto, potrà realizzare azioni e studi per migliorare l’ efficienza energetica degli edifici tenendo conto delle specificità climatiche dell’area adriatica arrivando anche, in concorrenza con gli altri partner all’ elaborazione di veri e propri prototipi di impianti innovativi per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici.

–         TISAR traveller information sistem for the Adriatic Region. Ha tra gli obiettivi principali: promozione della multi modalità e sviluppo dei servizi di trasporto esistenti; crescita de livello di qualità dei servizi percepito dagli utenti; incremento della consapevolezza dell’ esistenza del trasporto pubblico locale, e l’ educazione del cittadino\ turista verso la mobilità sostenibile e l’ uso consapevole del trasporto pubblico; riduzione delle emissioni di CO2. La Provincia di Rimini tramite il progetto“TISAR traveller information sistem for the Adriatic Region” potrà realizzare azioni che porteranno a un significativo ammodernamento della sua rete di TPL e in generale dei sistemi di collegamento interni , e verso gli altri partner del progetto

In ambito Sud est Europa i progetti approvati sono:

a)      InTourAct. Presentato e approvato nell’ambito della Priorità 4 (Sviluppo di sinergie transnazionali per aree di crescita sostenibile) Misura 2 (Promuovere un modello equilibrato di aree di crescita attrattive ed accessibili), mira a promuovere uno sviluppo turistico integrato ed ancor di più sostenibile, favorendo la partecipazione di tutte le rappresentanze interessate nella messa a punto delle strategie, progetti ed interventi;

b)     CMC clusters meet culture: an opportunity for development. Presentato e approvato nell’ambito della Priorità 4 ( Sviluppo di sinergie transnazionali per aree di crescita sostenibile) Misura 3 (Promuovere l’uso di valori culturali per lo sviluppo), mira ad aprire, nei territori dell’Europa sudorientale, nuove opportunità di sviluppo locale attraverso l’incontro tra il turista che visita una località e quella rete di produzioni locali (alimentari, artigianali e artistici) che ne costituiscono e rappresentano l’identità cercando, anche attraverso l’utilizzo degli strumenti tecnologici di ICT (es. e-commerce) di “legare” il turista al territorio, non solo durante il periodo di vacanza ma lungo tutto l’anno;

c)       Danube Limes Brand “Exstension of the Danube Limes – Unesco World Heritage in the Lower Danube. Presentato e approvato nell’ambito della Priorità 4 (Sviluppo di sinergie transnazionali per aree di crescita sostenibile) Misura 3 (Promuovere l’uso di valori culturali per lo sviluppo), mira a valorizzare il patrimonio culturale dell’epoca romana.