Campovolo rilancia l’Italia per l’Emilia Romagna

C’erano già stati concerti benefici, ma questa volta i biglietti sono volati via in pochi giorni e a due settimane dall’evento erano già esauriti. “Potevamo arrivare tranquillamente a 230 mila, ma ci siamo fermati temendo per l’impatto sulla viabilità” ha spiegato Ferdinando Salzano di F&P Group, organizzatore dell’evento con Claudio Maioli, il manager di Ligabue.

“Con il concerto di Campovolo questi artisti hanno fatto un gesto di grande umanità”, ha dichiarato il Governatore dell’Emilia Romagna Vasco Errani prima del concerto, “per ricostruire in Emilia abbiamo bisogno di comunità e il loro è l’esempio migliore in questo senso. Dovrebbe essere seguito dall’intero Paese perché tutta l’Italia può essere così”.

Attraverso la vendita di quasi 151 mila biglietti sono stati raccolti 3,8 milioni di euro, e a questi si aggiungeranno gli incassi del “biglietto elettronico” a 10 euro per la visione della diretta andata in onda su Sky Primafila.

Undici network radiofonici privati si sono uniti in un unico segnale per trasmettere la diretta dell’evento. Non era mai successo ed è un altro segnale dell’unicità di quanto accaduto grazie al concerto “Italia loves Emilia” diventato nell’etere “Radio loves Emilia”. Quattro ore di musica, con momenti di musica emozionanti in cui tutti si sono messi in gioco intrecciando duetti e collaborazioni. “Parliamo tanto di numeri – ha detto Tiziano Ferro – ma nessuno sottolinea quanto la musica italiana sia unita in queste occasioni. Non ho mai visto nulla di simile né in Francia né in Germania, sono orgoglioso di far parte di questa grande scena”.