Catania, donna ricatta prete per non diffondere immagini scottanti

Aveva ottenuto 10 mila euro da un sacerdote per non divulgare immagini di scene intime di lui, riprese mentre erano collegati con le webcam su un social network. La laziale è stata denunciata dalla Polizia postale di Catania per adescamento ed estorsione.

La 38enne, di Latina, ha contattato il sacerdote di 47 anni, catanese, sul suo profilo. Il loro rapporto è diventato sempre più intimo. La donna ha registrato le immagini esplicite e poi lo ha ricattato.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0